Daniele De Gregori – LE CASE MANGIATE DAL SALE

Nato a Roma dove vive, suona e si laurea.
Nel 2008 vince il premio Sponsor del Roma Music Festival. Nel 2011 vince il Premio Speciale del Roma Music Festival. Nel 2012 viene premiato nel festival “I Cerchi Magici” a Roma. Nel 2013 vince il Primo Premio e il Premio per il Miglior testo del Gandolfo Festival. Nel 2014 vince il Troisi Festival. Nel 2015 pubblica l’album “Hegel” e vince la “Migliore Performance” del Premio Incanto. Incide poi “Pioggia di luce” dei Litfiba per il disco tributo di “Desaparecido” commissionato da Ghigo Renzulli. Nel 2016 la sua “Me ne vado a dormi’” live @ Teatro Olimpico di Roma con Alberto Laurenti, è nell’album “Che fine hai fatto cantautore?”. Nel 2019 è tra i vincitori del Premio Lunezia, entra a far parte di NAIA, la nuova squadra di calcio del MEI, Meeting degli Indipendenti e pubblica l’album “La gente è singolare”, distribuito da Azzurrahub, con ospiti Lucio Bardi e Paolo Giovenchi. Nel 2020 vince L’artista che non c’era, il Premio Nuovo IMAIE, il Miglior Brano al Music Indie Contest e il Premio ACEP/UNEMIA per Musica Contro Le Mafie duettando con Nathalie. E’ più volte ospite musicale su Raidue del programma “O anche no” suonando con Bobo Rondelli.
Nel 2021 vince Sanremo in taxi ed è attualmente finalista del Premio Bertoli e di Non è mica.
È in tour in con l’agenzia booking Joe&Joe.

 

Arianna Petruzzi – PRIMA O POI

Nata a Roma il 13.01.2003
Diplomata presso Istituto Alberghiero Di Vittorio di Ladispoli (RM). Atleta federale di ginnastica ritmica dal 2014 al 2017 in una società di Roma.
Atleta e istruttrice di ginnastica acrobatica a Ladispoli (RM) dal 2017 a tutt’oggi con relative esibizioni presso Palasport e centri sportivi.
Partecipazione alla seconda e quarta edizione della serie RAI TV “CHE DIO CI AIUTI” con Elena Sofia Ricci tra il 2016 e il 2017.
Partecipazione ad Area Sanremo nel 2019 e 2020 presso il Palafiori con due brani inediti scritti dal papà cantautore Luigi.
Nel 2021 entra nelle fasi finali del festival SANREMO ROCK & TREND con lo stesso brano inedito scritto dal papà Luigi con il quale ha partecipato ad Area Sanremo 2020 per il festival di Sanremo 2021. Interprete del brano LA PLAYA DEL SOL (oltre 55000 streaming su Spotify) inserito nel 2019 nell’album SOLAMENTE TU di Luigi Petruzzi, autore e compositore dello stesso. Cori sul brano SENZA DIRE NIENTE (20000 streaming Spotify) sempre nell’album SOLAMENTE TU. Interprete del brano SOPHIE BIJOUX (40000 streaming su Spotify) di Luigi Petruzzi nel 2020, con relativa partnership con il marchio SOPHIE BIJOUX Abbigliamento Donna a Roma e nel Lazio. I due brani LA PLAYA DEL SOL e SOPHIE BIJOUX sono distribuiti e suonati nel quinquennio 2020-2025 in tutti i siti italiani in Bulgaria come da contratto di 5 anni firmato dal papà con la WA MUSIC PUBLISHING LTD di Sofia. Campus Band di Mario Lavezzi, finalissima nella sezione interpreti presso il Castello Sforzesco di Milano, luglio 2021 con il brano CHE MERAVIGLIA (L. Petruzzi) e UNA FINESTRA TRA LE STELLE (Annalisa). Sanremo Rock & Trend, finale regionale agosto 2021 con il brano PRIMA O POI (L. Petruzzi). Premio Je so pazzo, finale Grottaferrata luglio 2021 con il brano CHE MERAVIGLIA (L. Petruzzi). Iscritta al premio Lunezia 2021 e premio Mia Martini 2022.

 

I-Dea -TUTTO BRUCIA

I-Dea è un progetto nato nel 2016, un po’ per gioco, dopo mesi di registrazioni decidono di pubblicare il loro primo Album cosi nell’estate 2017 esce “Start”, Insieme iniziano anche le esibizioni live, concorsi regionali e nazionali.
Aprono i concerti di Omar Pedrini ad Altalanga rock e all’Hiroshima Mon amour di Torino, finalisti nazionali di Sanremo rock presso il teatro Ariston dove il brano L’ America viene scelto per essere inserito nella compilation della manifestazione, vince anche il premio Hit Italia di Radio Alba festival. Tornano in studio dopo un anno di soddisfazioni, inziano a registrare il loro secondo album che prende il nome di”Umani”, proprio l’omonima canzone vede la collaborazione di Omar Pedrini come special guest del disco. Umani è il primo singolo estratto ad accompagnare l’uscita nel Giugno 2020 del loro secondo lavoro discografico grazie a Oyez! e alle edizioni Senza Vento. Qualche data estiva qua e là, il ritorno a Sanremo rock, ma subito dopo purtroppo il periodo più buio per ogni musicista, stop ai live. Iniziano così a lavorare a nuovi brani, Le idee non mancano così a Luglio2021 Esce “Una vacanza su Marte” un brano estivo dallo stampo molto rock. In mezzo a questi nuovi brani troviamo anche “il mio equilibrio”, che vede la partecipazione In featuring di Sergio Moses, Una delle voci più belle d’Italia, che sarà presentata proprio a settembre All’Ariston per la 34esima edizione del festival Sanremo rock.

 

Alis Mata (Alice Dominici) – ISOLE

Non c’è bisogno di essere pesanti per scrivere canzoni tristi: Alis Mata canta con leggerezza e con un sorriso dell’ansia che opprime la sua generazione e della decadenza della società moderna. Questa (breve) storia inizia con Alice, romana classe 1994, che inizia a scrivere e a cantare nel 2008 dopo che una frattura le impedisce di continuare gli studi di chitarra classica. Partecipa al programma Superpass nel 2009, a 14 anni. A 16 anni, Alice si trasferisce per un anno in Costa Rica, dove si ritrova a cantare per l’ambasciatore francese e ad accompagnare un cantautore locale in tour, portando nei teatri municipali del paese Battisti, Battiato e Matia Bazar. Ma la vita prende pieghe inaspettate, e al ritorno in Italia Alice si concentra sulla maturità per poi essere risucchiata nel vortice dello studio. Adesso, che è una ricercatrice universitaria in economia a tutti gli effetti, la necessità di fare musica è tornata prepotentemente nella sua vita. Nasce così il progetto Alis Mata, che esordisce a settembre 2020 con “Angelica (Stoccolma)”, brano autoprodotto. A dicembre segue “Vecchi dentro”, con un videoclip autoprodotto che riflette sull’idea dell’immutabilità dell’essere umano. La domanda è: possiamo davvero incolpare solo il 2020, o abbiamo sempre fatto schifo? “Vecchi dentro” è finalista del premio letterario Gianmaria Testa della città di Moncalieri, e riceve una menzione speciale. Segue a febbraio 2021 “Alice”, un brano sulla ricerca della felicità, troppo spesso soffocata da un eccesso di pensieri rumorosi, e maggio “Oleandri”, un flusso di coscienza emerso dall’ultimo anno e mezzo che si conclude con un’idea di speranza: il tutto, come sempre, in chiave pop e solo apparentemente spensierata. Il progetto intanto cresce su più fronti: scrivere e suonare, in ogni occasione, con chiunque ne offra la possibilità. Alis non smette mai di scrivere: è in lavorazione un EP dal sound decisamente più acustico che conterrà i singoli finora pubblicati e due inediti: le sonorità si rifanno a quella dei live, che vedono la sperimentazione di diversi pezzi inediti direttamente con il pubblico. Quanto a questi ultimi, il primo concerto dal vivo di Alis Mata risale al giorno prima della zona rossa in Toscana, nell’ottobre del 2020, ma è nel 2021 che i live prendono davvero il via in diverse formazioni: in solo (chitarra e voce), a due chitarre e con tutta la Mata band che ormai conta 4 elementi (Alis con chitarra acustica e voce, una chitarra elettrica, basso e batteria/cajon). Nel frattempo, ci sono state varie occasioni per suonare in streaming, tra dei veri e propri live streaming anche su invito, sia come parte di concorsi: le semifinali del premio MarteLive/nuovo IMAIE, i quarti di finale del Firenze Suona Music Contest, e poi i Fortuna Music Awards. Tra diverse date su invito tra Firenze e dintorni e le finali dei premi cantautorali Non è mica e Io suono tu sei, nell’estate 2021 riprende l’attività live vera e propria: a Fano vince il premio Schnell del SayFest Fano, con il brano “Alice”.

 

Limbrunire (Francesco Petacco) – OROCOLANTE

Limbrunire (Francesco Petacco) nasce all’imbrunire di qualche decade fa in una piccola provincia del Levante ligure. Gioca a calcio sino all’età di 19 anni quando decide di appendere gli scarpini al chiodo e dedicarsi attivamente alla musica e alla scrittura nelle sue diverse forme. Dopo l’esperienza formativa nella band Trenet con la quale pubblica un Ep. E un disco (Non Vestiamoci) raggiungendo la vittoria nella categoria band al Premio Lunezia 2009 decide d’intraprendere la carriera solista per ampliare il bagaglio produttivo e scoprire nuove sonorità. “La Spensieratezza” è il suo disco d’ esordio, uscito l’8 Giugno 2018 per A Buzz Supreme e composto da 11 tracce nate dalla passione per l’electrosynthpop anni ’80 e Pasquale Panella.

Leggerezza, tutto e subito, riflessioni in bianco e nero, emoticon e doppie spunte, postumi adolescenziali, mistici e surrealismo incrociano i testi che compongono l’album pensato, scritto e arrangiato da Francesco Petacco e prodotto da David Campanini ai SoniclabstudioMastering. A gennaio 2019 rilascia in anteprima su Billboard Italia il singolo “Ho-Oponopono” estratto da “La Spensieratezza” con relativo videoclip girato da Daniele Barraco, videofilmaker tra gli altri del docufilm “Vero Dal Vivo – Francesco De Gregori”. Dopo un lungo tour in club, festival e partecipazioni ad eventi come Balcony Tv Milano, Piscine Naturali di Radio Nostalgia, Radio Lattemiele Live, Spaghetti Unplugged, Limbrunire l’anno seguente pubblica su tutti i digital store e piattaforme streaming il singolo “Curcuma”, promuovendolo in un breve ma intenso tour estivo che lo vede salire sul palco del Club Tenco per la rassegna il “Il Tenco Ascolta” in apertura a Lo Stato Sociale, ricevendo per l’occasione il Premio Energia&Musica per la capacità di miscelare sonorità electrosynthpop a testi dal forte richiamo storico e letterale. Successivamente rilascia il singolo electro funk “Salsedine” e viene inserito da iMusician Digital nella loro Top5 Artist assieme a Stefano Bollani, Low ecc ecc..
Infine ai Sound Award 2019 viene votato come Miglior Artista Emergente Uomo. La rassegna il “Il Tenco Ascolta” in apertura a Lo Stato Sociale, ricevendo per l’occasione il Premio Energia&Musica per la capacità di miscelare sonorità electrosynthpop a testi dal forte richiamo storico e letterale. Successivamente rilascia il singolo electro funk “Salsedine” e viene inserito da iMusician Digital nella loro Top5 Artist assieme a Stefano Bollani, Low ecc ecc..
Infine ai Sound Award 2019 viene votato come Miglior Artista Emergente Uomo. A Febbraio 2020 viene selezionato dal Mei (Meeting Etichette Indipendenti) e invitato a salire sul palco di Piazza Bresca (Sanremo) durante la settimana Sanremese per un suggestivo live acustico. Nei mesi successivi rilascia il singolo “ANTI” dalle sonorità electro minimal e l’Ep. Strumentale “Kalpa” in completa antitesi alle produzioni che aveva caratterizzato le sue precedenti uscite discografiche. Quest’ultimo viene promosso non nella classica veste live bensì con un’installazione interattiva all’interno di bagni, punti di passaggio, corridoi in diverse città italiane. Recentemente Limbrunire firma il suo primo contratto editoriale nella veste di scrittore per Nulla Die Edizioni, pubblicando “Io, tu e le piramidi” in più di mille librerie d’Italia in formato cartaceo, e nei migliori store digitali in formato ebook.

Premi e Riconoscenze;
– Premio Lunezia 2009 (Vincitore Categoria Band con il brano LA GIOSTRA)
– Premio Inedito 2015 (Finalista Sezione Testo Canzone)
– Premio Autore Controcorrente 2016 (Miglior Proposta brano di Pino Daniele)
– Edizioni Curci/L’Autore il mestiere della Musica 2019 (Finalista assoluto)
– Club Tenco/Il Tenco Ascolta 2019 (Premio Energia&Musica)

 

Lorenzo Goccia – INDIFFERENZIATO

A metà strada tra un cantautore e uno scrittore, Lorenzo Goccia (all’anagrafe Lorenzo Coppola) si sente più a suo agio nella definizione di scrivano canterino. Ḗ nato quarant’anni fa nel Salento e ha scelto Napoli come sua città d’adozione. Dopo aver utilizzato a lungo l’inglese per la scrittura dei brani, di recente ha cominciato a imentarsi nella sua madrelingua. Nel 2017, con una canzone autografa, è stato finalista della decima edizione del Premio “Botteghe d’Autore” (Albanella -Sa) e nel 2018, con la casa editrice Graphofeel, ha pubblicato il suo primo romanzo, Fiore di Zolfo con il quale ha inaugurato il pink pepper: uno stile ibrido che sporca l’ingenuità del romanzo sentimentale col thriller. Ispirata al suddetto romanzo, ha pubblicato insieme ad esso una canzone omonima. Attualmente sta lavorando al suo secondo libro e al primo album di inediti. Indifferenziato, la canzone proposta a Green Music Contest
Nella canzone Indifferenziato la voce narrante si rivolge al destinatario di un amore non corrisposto. Si vede restituire quest’ultimo come un regalo non gradito ma, anziché riprenderlo, consiglia a chi lo ha inizialmente ricevuto di tenerlo comunque, suggerendogliene degli imprevisti usi alternativi, oppure di disfarsene in prima persona. Ovviamente per buttarlo via è necessario capire come smaltirlo e, di conseguenza, interrogarsi sui materiali di cui è composto.
Se l’amore si può stracciare, vuol dire che è fatto di carta? Se è in grado di provocare dei tagli è dunque di vetro? E se fa la muffa, vuol dire che va buttato nell’umido?
Potrebbe infine trattarsi di un rifiuto ingombrante e, in tal caso, tanto vale fermarsi a considerare le dimensioni e il peso dell’amore a cui si rinuncia.

 

The Follis – DESERT ROCK

I The Follis nascono nel 2019 dalle “ceneri” come si suo dire dei My other Band is better, cover band scanzonata attiva in provincia per alcuni anni. Dapprima come un duo i soci Fondatori Gest (Alberto) e Nader (è il suo vero nome) iniziano a suonare in alcuni locali della provincia. Durante il lock down registrano lʼEp di esordio, che si chiama 16O59, uscito il 23 Aprile 2021, disponibile su Spotify e su tutte le piattaforme musicali. 5 canzoni che in un modo o nellʼaltro parlano di solitudine, presa bene o presa male, voluta o subita. A maggio sono ospiti di “Radio bra on the rocks”, dove hanno un brano in rotazione, e a inizio giugno sono ospiti di “Andrea Chi?” su Radio Alba. Lʼestate 2021 è ricca di concerti in locali della provincia e feste private. Il brano che presentiamo per questo concorso affronta in chiave ironica (ingrediente che cerchiamo di mantenere nelle nostre canzoni) il tema della desertificazione, giocando sul termine Desert Rock, genere a noi caro, al quale ci siamo ispirati per il sound del brano. Ovviamente il mood del brano è ironico, catastrofista e rassegnato, e la sintesi del testo potrebbe essere: “Se stiamo andando incontro alla desertificazione almeno avremo una buona scusa per suonare del Desert Rock!”
A noi piace molto, speriamo anche a voi!

 

Sedona – LIMONATA

I Sedona sono un trio electropop di Torino, che unisce sonorità elettroniche a melodie ispirate alla tradizione rock, formato da Dario Armenio (voce, chitarra, basso, synth), Anna Mantovani (voce, chitarra, sinth) e Christian Di Giacomo (chitarra, cori) che si è unito alla band nel 2021. Nel 2018 hanno pubblicato il loro primo album, “Verba Manent”, da cui sono stati estratti i singoli “Alieno” e “Auf Wiedersehen”, che ha raggiunto il secondo posto della classifica indipendenti italiani tra gli emergenti. Nel 2020 pubblicano il loro secondo album, “Invisibile”, con il singolo “Quarantenni in Quarantena” in rotazione nelle radio nel periodo del primo lockdown.

“Limonata”, il brano presentato al Green Music Contest, tratta con toni leggeri il tema del rispetto dell’ambiente, con particolare enfasi su ciò che ognuno di noi può fare per minimizzare il proprio impatto sull’equilibrio ecologico.

 

 

 

Magnitudo 18 – SCREAM FOR OUR PLANET

Gruppo rock di 4 ragazzi di 14 anni di Prato, formatosi alla Kolam Scuola Rock. Ad oggi hanno composto 8 pezzi, raccolti nell’album ‘SISMA’ in uscita a settembre. Il primo è stato “Scream for our planet”, un inno alla difesa dell’ambiente e contro la guerra. La formazione del gruppo è cambiata diverse volte nel corso degli anni. I membri storici e autori dei pezzi sono Francesco Atrei (chitarra e voce) e Gianmarco Pinelli (basso e voce), cui si sono uniti Daniele Roli (batteria) e Leonardo Filippi (chitarra).
Fra i luoghi in cui hanno tenuto concerti dal vivo ci tengono a menzionare Officina Giovani, Capanno Blackout, il palco del 25 aprile in piazza università e la manifestazione dei Fridays for Future Prato.